sabato 3 febbraio 2018

Di periodi di merda e...

Di periodi di merda e...


Se decidi di aprire un Blog, se decidi di scrivere Fanfiction, se fai del web la tua prima seconda casa, poi devi rispondere a tante domande. Troppe. 
Perché sei sparita? E il blog? E le fanfiction? E Wattpad e EFP? E il profilo Facebook? Ma Twitter e Instagram non li usi più? Ed ancora, ancora e ancora. 
Dirvi che lasciare andare tutto è stato facile, non è vero. Non mi sono tolta un peso - anzi -, me ne sono fatta carico di un altro. Perché se per tanto tempo hai dato molto, poi sparire significa far arrabbiare/preoccupare chi ne ha speso altrettanto di quel tempo, a seguirti. 
Le chiacchiere stanno a zero, il periodo di merda invece sta a mille. A maggio 2017 il medico ha trovato qualcosa che era meglio non trovasse - no, non voglio andare nello specifico -, ma provate ad immaginare. Da lì è stata una salita ripida, dalla quale sono caduta molte volte, e tante altre ho pensato "basta, non mi va più di rialzarmi." Eppure ce l'ho fatta. L'estate di merda era iniziata, ed è stata lunghissima. Passata a casa senza "poter lavorare" e senza "studiare", perché non c'era né la possibilità né la voglia. E' iniziato Settembre, e lì mi sono detta "ora le cose cambiano, ecco il nuovo anno." Ma non è andata così, per niente. L'estate paragonata ai mesi di Novembre/Dicembre/Gennaio non era nulla. Questi mesi invernali mi sono pesati più di tutto, perché il pensiero era "finisce l'estate, finisce tutto" ma non avevo capito niente. Ho sperato fino al 25 Dicembre ad un miracolo di Natale, ma certe cose le vedi solo nelle serie TV e nei film. Ed è stato proprio quello che ho fatto in questi mesi: chiudermi con l'unica cosa che mi faceva staccare da tutti i pensieri: la lettura, i film, le serie. Ed anche se il miracolo di Natale non è avvenuto, io ho deciso di chiamarlo in un altro modo: il miracolo del Compleanno. N.B. Il mio compleanno è l'11 Febbraio. 
Il 24 Gennaio l'Infermiere più simpatico del mondo - si caro Andrea, sei tu -, mi ha chiamata forse più contento di me, e mi ha detto "c'è un posto per te, ti possiamo operare, il Professore ti aspetta domani". I giorni tra il 25 e il 28 sono stati strani, quasi surreali. 
Pensavo: abbiamo finito, basta. Ma ancora non ci credevo. Ancora non ci credo. La salita è diventata una discesa non liscissima, ma ad ostacoli. Ma almeno non è una salita. Gli ostacoli sono tantissimi, tutto quello che ho lasciato andare in questi mesi si sta ripresentando, dicendomi "basta scuse, adesso ti alzi e lo fai", e devo dire che è iniziata piuttosto bene. Sto bene. Rido, scherzo, mangio - che è la cosa più importante -, ho ripreso in mano la scrittura e soprattutto, da oggi riprendo in mano il mio angolino di paradiso. La mia lezione l'ho imparata: nulla è per sempre, dai momenti bui a quelli belli. Devi solo saperteli godere fino in fondo, perché porterai dietro di te un bagaglio eccezionale. 
So... welcome back! 

P.S. Da lunedì si ricomincia. E sì, li vedete Elio e Oliver proprio lì in alto? Comincerò proprio con loro. 

giovedì 26 ottobre 2017

Recensione #98: 9 Novembre di Colleen Hoover




9 Novembre di 
Colleen Hoover
Titolo originale: November 9
Pubblicazione: 10 Novembre 2015
Pubblicazione italiana: 6 Ottobre 2016
Prezzo cartaceo: 11.99 €
Prezzo e-book: 1.99 €
Trama: È il 9 novembre quando, durante un pranzo con il padre, Fallon incontra Ben per la prima volta. È un giorno speciale per lei, non solo perché sta per trasferirsi da Los Angeles a New York, ma anche perché ricorre l’anniversario dell’evento che ha segnato per sempre la sua vita, il terribile incendio che le ha lasciato cicatrici su gran parte del corpo, impedendole di continuare la sua carriera da attrice. Contro ogni previsione, la conoscenza tra i due si trasforma subito in qualcosa di più, ma Fallon sta per partire e sembra esserci tempo solo per il rimpianto. Come per strappare al destino quell’inevitabile separazione, Ben le promette allora che scriverà un romanzo su di loro, proponendole di ritrovarsi il 9 novembre di ogni anno, fino a che non ne compiranno ventitré. È così che ogni 9 novembre i due protagonisti aggiungono un nuovo capitolo alla loro storia, finché qualcosa non arriva a sconvolgere le loro promesse e a mettere alla prova i loro sentimenti, tra i dubbi di Fallon e le mezze verità di Ben.

martedì 24 ottobre 2017

Recensione #97 | Fai bei sogni di Massimo Gramellini


Puoi trovarmi anche su:


Fai bei sogni di 
Massimo Gramellini
Pubblicazione: 1 Marzo 2012
Prezzo cartaceo: 12.99 €
Prezzo e-book: 9.99 €
Trama: "Fai bei sogni" è la storia di un segreto celato in una busta per quarant'anni. La storia di un bambino, e poi di un adulto, che imparerà ad affrontare il dolore più grande, la perdita della mamma, e il mostro più insidioso: il timore di vivere. "Fai bei sogni" è dedicato a quelli che nella vita hanno perso qualcosa. Un amore, un lavoro, un tesoro. E rifiutandosi di accettare la realtà, finiscono per smarrire se stessi. Come il protagonista di questo romanzo. Uno che cammina sulle punte dei piedi e a testa bassa perché il cielo lo spaventa, e anche la terra. "Fai bei sogni" è soprattutto un libro sulla verità e sulla paura di conoscerla. Immergendosi nella sofferenza e superandola, ci ricorda come sia sempre possibile buttarsi alle spalle la sfiducia per andare al di là dei nostri limiti. Massimo Gramellini ha raccolto gli slanci e le ferite di una vita priva del suo appiglio più solido. Una lotta incessante contro la solitudine, l'inadeguatezza e il senso di abbandono, raccontata con passione e delicata ironia. Il sofferto traguardo sarà la conquista dell'amore e di un'esistenza piena e autentica, che consentirà finalmente al protagonista di tenere i piedi per terra senza smettere di alzare gli occhi al cielo.

lunedì 23 ottobre 2017

It's Monday! What are you reading? #32




Puoi trovarmi anche su:

Buongiorno lettori! *va a nascondersi in un angolino* 
Purtroppo il periodo non è dei migliori, ed ho pochissimo tempo da dedicare al blog. E mi manca da morire il mio angolino di paradiso, così come mi mancano tutti i vostri! Però non mi voglio abbattere, e piano piano cerco di ricominciare. 
E come, se non meglio della rubrica settimanale del lunedì? Iniziamo la settimana scoprendo le mie letture, e soprattutto, le vostre!


Cosa ho appena finito di leggere?

Ho finito di leggere 9 Novembre di Colleen Hoover, Sette anni di peccato di Sylvia Day e Il Moccioso di Patricia Logan. Sul libro della Hoover non mi esprimo, perché non vedo l'ora di pubblicare la recensione. Per gli ultimi due, invece, vi posso dire che non mi sono piaciuti per niente. Ma zero.



Cosa sto leggendo?

Sto leggendo Tartarughe all'infinito di John Green *welcome back Mr. Green* e vorrei iniziare Come l'ultimo rigore di Alessia Esse, che purtroppo non ho ancora iniziato!



Cosa leggerò in seguito?

Mhh, non ho le idee molto chiare sulle prossime letture. Quindi... Consigli? 

lunedì 2 ottobre 2017

It's Monday! What are you reading? #31



Buongiorno lettori, e buon inizio settimana!
Come ben sapete, la settimana sul blog inizia sempre con la rubrica "It's Monday! What are you reading?" 
Quindi, inoltriamoci tra le letture di questa settimana!

Cosa ho appena finito di leggere?

*rullo di tamburi* venerdì ho finito Fai bei sogni di Gramellini, dopo che l'ho portato avanti a rilento da inizio Agosto. Finalmente, ce l'ho fatta! Poi, ho finito Dark Red di C.J. Roberts, concludendo questa serie. In settimana avrete la recensione di entrambi!

Cosa sto leggendo?

Sto leggendo Come l'ultimo rigore di Alessa Esse e 9 Novembre di Colleen Hoover. Il libro di Alessia Esse lo agognavo da tempo, invece quello della Hoover non era in programma, ma i pareri positivi mi hanno spinta a prenderlo!

Cosa leggerò in seguito?

Voglio leggere un altro libro della Hoover che ho nel Kindle, e poi vorrei iniziare a smaltire la mia libreria cartacea. Ho talmente tanti libri da leggere... *sigh* Quindi, penso che mi butterò su un libro di Giulia Carcasi, li ho tutti in libreria ma ne ho letto solo uno per ora! 

Voi cosa state leggendo di bello?
Un abbraccio!